Ho Cambiato il Mio cognome nel Mio 20s, ma Non per un Marito

Tre anni fa, lo scorso luglio, ho cambiato il mio cognome. Sono nato Amanda Feinberg, e per il mondo, ora sto Amanda Fayer. Ho una nuova carta di sicurezza sociale, passaporto, patente di guida, leasing e carte di credito. La mia scuola di specializzazione di laurea ha un diverso ultimo nome che il mio corso di diploma. Ma io non sono e non sono mai stato sposato. Ho cambiato il mio nome come un modo per stabilire la propria identità, e, beh, perché l”ho voluto.

Il mio cognome è venuto dal mio clan. Mia nonna, Renee Faye Herzog (nata Bettleman), per me, è stato molto di più di mia madre. Per questo, per quanto mi ricordo, mia nonna ruolo nella mia vita è stato un potente, dopo essersi trasferito con i miei genitori e me a seguito di un divorzio e la prima delle due diagnosi di cancro al seno, quando ero un bambino. Nulla mi ha emozionato più di una notte di venerdì sleepover con mia nonna o una gita fuori per la cena. La mia scala, due pezzi di nylon tute somigliava la “nonna ” semi” nel suo armadio, e all”età di 6 anni, ho anche provato a tingere i capelli di rosso per abbinare la sua.

Lei mi ha insegnato a lavorare a maglia, cucinare, e come allacciarmi le scarpe.

Così, quando lei è stato diagnosticato un terminale di cancro ovarico nel 2011, e ho imparato che il mio amico stava per morire — e presto — ho pensato a lungo e duramente su un modo ho potuto tenerla con me per sempre.

L”autore della nonna al suo diploma di scuola superiore. Per gentile concessione di Amanda Fayer

E poi ho pensato di potere di un nome. Tradizionalmente, le donne negli stati UNITI prendono il nome di famiglia di un”altra persona, una volta che sono sposati, ma, unico al 27, mi sono sentito un po ” di pressione per sposarsi. Ero appena stato accettato alla scuola di specializzazione ed era sulla buona strada per avere una carriera di successo. Ciò che mi ha impedito di partire, di prendere le redini della mia identità e venire con un nome in onore di mia nonna — qualcosa che mi ha ricordato di lei profondamente e spesso, ogni volta che ho parlato con o firmato il mio nome? Non mi dispiace Feinberg, ma non ho amore.

E così “Fayer” è nato, una miscela di mia nonna, il primo nome, Renee, e il suo secondo nome, Faye. Utilizzando il nome Fayer, non solo ho potuto mantenere il mio iniziali, potrei anche mantenere un cognome Ebreo e il mio legame con l”eredità della mia famiglia. Non avevo mai preso in considerazione di cambiare il mio cognome per qualsiasi altra ragione che il matrimonio, in modo che il periodo di riflessione che seguì fu un territorio inesplorato. Ho cercato in ogni angolo: la città, lo stato e le linee guida federali, le spese accessorie e ha fatto un elenco di tutti i potenziali ostacoli e gli effetti collaterali, dal volume di lavoro di ufficio per la confusione di un imprevisto cambio di nome avrebbe mandato.

Detto questo, mi ha sorpreso con il processo e come sia stato facile. Tutto in tutti, la modifica ha avuto un paio di mesi. A New York il costo è di soli $65 per presentare una petizione al giudice e dopo due viaggi rapidi centro di Manhattan, il Centro Strada, il mio nuovo nome è stato approvato. La parte più frustrante è stato trovare importo esatto da pagare l”impiegato e il più grande fastidio era in attesa in linea presso il DMV per ottenere la mia nuova patente di guida. Una volta che il giudice aveva sbattuto il martello e il cambiamento annunciato in un giornale locale, è stato ufficiale. Il 13 luglio 2012, sono diventato Amanda Fayer.

Come il passare dei mesi, ho detto alla gente — la famiglia allargata, amici, colleghi — e, soprattutto, mi è stato sollevato e leggermente sorpreso da come sostegno erano. Hanno fatto, spesso, si supponga che avevo sposato. O divorziato. Quando è stato chiesto, ho risposto direttamente e in modo conciso. Avevo cambiato il mio nome in onore di mia nonna e di stabilire un professionista cognome come ho inserito la scuola di specializzazione. Mi sentivo più indipendenti e autorizzati — non ho bisogno di nessuno per decidere il mio ultimo nome per me. Per la prima volta, ho fatto qualcosa di unicamente di me in ogni modo.

Di dire a mio padre non è stato così facile.

La sua risposta è stata curt ed emotivo. Mi ci è voluto dirgli una seconda volta per le notizie di affondare.

“E ” ridicolo”, ha detto attraverso il tavolo della sala da pranzo. “Non sarà un Feinberg più!”

Il modo in cui la vedeva, la mia decisione è stata un rifiuto totale e sentivo come un inutile pausa dal nostro piccolo, ristretto nucleo familiare. Il secondo tempo, egli si alzò dal tavolo per terminare la conversazione e non abbiamo mai discusso di nuovo.

L”autore con suo padre. Per gentile concessione di Amanda Fayer

Per proteggersi dalla scelta che ho fatto e di come si è fatto sentire, ho fatto uno sforzo per mitigare il run-in con il mio nuovo nome. Sapevo che vorrei continuare ad utilizzare il mio indirizzo email originale anche dopo che ho cambiato, così, per immunizzare lui il passaggio, ho impostato una regola in Gmail. Quando mio padre mi ha mandato, egli sarebbe sempre ottenere una risposta da Amanda Feinberg. Tutti gli altri (tra cui mia madre) avrebbe ricevuto una risposta da Fayer. Nel corso del tempo, Fayer, e tutti gli elementi che la toccano — indirizzi e-mail, account di social media, record di occupazione, appartamento in locazione — è diventato il mio nuovo normale. Ma ho deciso che non doveva essere così normale per mio padre. Ho ancora un”altra regola così ogni volta che ho inserito la sua e-mail, di default per inviare dal mio vecchio Feinberg conto. Non ha mai dovuto sentire il fantasma schiaffo in faccia vedendo il nome Fayer nella sua casella di posta elettronica, e non ho mai detto il perché.

Non è stato fino a quando mia nonna funerale di un anno e mezzo dopo che ho saputo della sua accettazione. Non ha mai detto direttamente a me, ma dopo il servizio che ho origliato una conversazione che ha avuto con un amico di famiglia che ha chiesto circa la mia decisione di onorare la mia nonna e cambiare il mio nome. Lui rimase in silenzio per un momento, e in un primo momento ho pensato che fosse ignorando la domanda. Ma quando parlò di nuovo, lui ha risposto con orgoglio, e disse: “e” stato estremamente radicale e molto bella, proprio come lei.”

Così, quando mio padre improvvisamente scomparso nell”aprile di quest”anno, ho sentito che avevo perso il nostro ultimo pareggio. La sostituzione di “Feinberg” con “Fayer” ha chiaramente creato la distanza tra di noi. Non ho più condiviso il suo nome e, in molti modi, io avevo scelto di separarmi dal originale identità che mi ha dato. Ma la sua risposta al funerale mi ha permesso di capire il suo formato completamente prospettiva: in fondo, sapeva che il cambiamento, per me, era solo una forma di personale di aumento, non un mezzo di alienazione genitoriale. E con lui andato, ho subito capito non ho mai bisogno di un ultimo nome per la connessione. Voglio sempre essere figlia di mio padre, nonostante i nostri diversi cognomi e il fatto che egli non è più qui.

Parte ragione, cambiare il tuo cognome non è per tutti, né è il processo per gli impazienti o i deboli di cuore. Ma, tutto considerato, sono orgoglioso, ho avuto la possibilità di fare la mia nonna sentire così amato prima di morire. Lei non era un caldo donna, e lei aveva sempre qualcosa da dire, ma il giorno in cui ho detto che mi stava cambiando il mio nome era l”unica volta che era in perdita per le parole.

Così posso cambiare il mio nome di nuovo, una volta che ho sposato? Non so a che ora, io non ci sono ancora. Ma per ora, ho una posizione molto radicale, molto bello l”ultimo nome che significa il mondo per me.

Lascia un commento