Cosmo Rosso-Hot Legge: Bruciato

Benvenuti a Cosmo Rosso-Hot Legge, dove troverete un vapore erotica estratto ogni sabato sera alle 9 di sera EST. Questa settimana: Bruciato, da Sarah Morgan.

Ha mantenuto la sua bocca sulla mia, la mia esplorato bocca con spietata di controllo, ma ho potuto sentire che il controllo di slittamento. Ho potuto sentire il cambiamento in lui, sentire il famelico che ha fatto il suo bacio un po ‘più ruvida, un po’ più difficile, e non mi dispiace, perché mi sentivo allo stesso modo. Qualcosa è successo quando eravamo insieme. Qualcosa che, per me, non era mai successo con nessun altro.

Senza sollevare la sua bocca dalla mia, che ha lasciato cadere le sue mani per il contatore entrambi i lati di me, ingabbiamento me. Ho potuto sentire lui attraverso il tessuto spesso dei jeans, rock duro e pronto. Mi ritrovai a gemere e fece scivolare le mie mani intorno alla sua schiena e sotto la sua maglietta. Le mie mani in contatto con elegante pelle maschile e ondulate muscolare. Ho un terreno di me stesso in lui, lo sentì maledizione dolcemente, e poi è stato a tirarmi fuori il contatore e decomprimere i miei jeans. Ci sono voluti un paio di tentativi, perché le sue mani non erano abbastanza costanti e i miei jeans erano incollati a me, ma in qualche modo che ha reso il tutto più eccitante. Ho sentito che era proprio sul bordo di controllo e mi è piaciuto il fatto che non era solo a me che si sentiva in questo modo. E poi ero nudo, i miei jeans sul pavimento con il resto del mio abbigliamento, e lui mi tirò indietro sul bancone della cucina. Rimasi senza fiato, come la superficie fredda toccato il mio scalzo basso. Mi chiedevo cosa aveva in mente quando ha attraversato lo sgabello di fronte a me. I suoi occhi erano scuri, con cappuccio e fissi su di me. Tenendo le cosce con le mani, ha finalmente rotto il contatto con gli occhi e abbassò la sua bocca al mio interno coscia.

Il contrasto tra il freddo della superficie e il calore della sua bocca mi fece gemere. Ho sentito la sua lingua traccia la pelle sensibile in cima alla mia coscia. Tutto quello che ha fatto era pieno di esplicita promessa e le mie viscere raggiunto il punto di fusione in due secondi netti. Ho bisogno di lui dentro di me, in quel momento, ma lui non sembrava in fretta di obbligare. Invece si è proceduto alla tortura me con piacere. Ha esplorato ogni singola parte di me, tranne che un luogo che era disperata per il suo tocco.

“Hunter…” gemetti il suo nome, pensando che avrei potuto ucciderlo se lui non mi ha messo fuori dalla mia miseria presto.

La sua lingua trainate esasperante vicina a quella parte di me e ho provato a spostare i miei fianchi, ma le sue mani serrata sulle mie cosce, che mi teneva intrappolato e, ancora, che ero totalmente alla sua mercé.

“Per favore — per favore…” e ‘ stato più di un gemito di coerente discorso, ma deve avere ricevuto il messaggio, perché finalmente ho sentito le sue dita parte di me, sentii la sua lingua tuffo dentro di me, accarezzando con infallibile precisione e malvagi abilità fino a quando ero quasi a singhiozzare con l’enorme sovraccarico di piacere. Ero così vicino, così vicino, la mia fame di lui selvaggia e fuori controllo, ma mi ha tenuto sul bordo di esso, rifiuta di darmi ciò di cui avevo bisogno.

Attraverso il battito del sangue nelle mie orecchie, ho sentito il raschiare delle feci sulle piastrelle quando lui si alzò, un incidente come è caduto, ma nessuno di noi ha preso alcun preavviso. Non credo che avremmo notato se il tetto era caduto, perché l’unica cosa che contava per noi e poi a destra è quello che stavamo facendo per l’altro.

La sua bocca sulla mia e lui la stava baciando me con crudo, sensuale domanda. Finalmente lasciò andare i miei fianchi, ma solo in modo che potesse tirare un preservativo dalla tasca. Ho cercato di aiutare, ma semplicemente rallentato le cose e ho sentito maledizione dolcemente e lui gentilmente spinto il mio armeggiare dita fuori strada e si è occupato con se stesso.

La sua bocca era ancora sulla mia e lui affondò le sue mani sotto di me, e trasportato fuori di me il contatore in modo che le mie gambe erano avvolte intorno alla sua vita e affondò dentro di me con una profonda spinta. Ho scavato la mia chiodi duro nella fitta muscolare di spalle. Avevo dimenticato quanto grande fosse e solo per un attimo, mi chiedevo come questo stava andando a lavorare, ma ero così bagnata, pronta per lui, era come se fossimo stati progettati per adattarsi perfettamente insieme. Il mio corpo stretto intorno alla sua e lui gemette nel profondo della sua gola, terroso, suono primario che mi ha detto tutto quello che ho bisogno di sapere circa il modo in cui si sentiva. E mi sentivo allo stesso modo. Non riuscivo a respirare. Stavo annegando nella sensazione, sapendo che non avevo mai, mai sentito come questo prima, non è nemmeno la prima volta che siamo stati insieme.

Ha appena effettuato, senza muoversi, e ho potuto sentire lo spessore di lui, la forza e la potenza di profondo dentro di me. Ho posato la fronte contro la sua, e i nostri occhi detenuti. Che il collegamento era ogni bit così intimo come la fusione dei nostri corpi. Non avevo idea di come stava riuscendo a trattenere, perché ero pronto a esplodere. Ho scoperto che l’anticipazione può essere dolorosa. Che bisogno di qualcuno che può guidare a me quasi urlando passo. E poi si allontanò e la spinta in profondità ancora, e dopo che, di controllo cessato di esistere per noi. Egli mi ha riempito, si spinse dentro di me, dominato me, fino a che il mondo al di fuori cessato di esistere, e l’unica cosa che contava era quello che abbiamo condiviso. La sua bocca era calda e qualificati, ciascuno forte spinta del suo corpo mi manda più vicino e più vicino all’estasi. Il sesso tra noi era sempre stato buono, ma mai, mai avuto è stato così. Abbiamo raggiunto il culmine insieme, il piacere di una inarrestabile, travolgente corsa che ci ha consumati entrambi e ci ha lasciato in lotta per aria.

Tenendo gli occhi su di me, mi ha trascinato fuori la camicia.

Il mio sguardo scivolò verso l’alto alle spalle, ricco di potenza muscolare. Aveva sempre avuto un buon corpo, ma gli anni di allenamento intenso aveva aggiunto di definizione.

I suoi jeans erano annullate alla vita e una linea di capelli scuri guidare l’occhio verso il basso.

La mia bocca era secca e ho preso un sorso di champagne e poi mettere il vetro in basso e spostato attraverso il letto, così mi è stato a livello degli occhi con la folta cresta della sua erezione, che era grande come il resto di lui.

Guardando a lui, ho fatto scivolare le mie mani turno la pelle nuda della sua schiena e poi ha spinto i suoi jeans passato i suoi fianchi e delle gambe.

Hunter era stato il mio primo e dicono che si ricorda sempre il primo, ma anche se fosse stato, egli non era un uomo qualsiasi donna era facile da dimenticare.

Era perfetto per guardare e ho divorato avidamente con i miei occhi prima di piegarsi in avanti e prendere tutto il caldo, duro, liscio lunghezza di lui nella mia bocca.

Il suo respiro è cambiato e mi ha dato una sensazione di soddisfazione sapere che mi ha colpito più profondamente ha colpito anche me.

Ho preso il mio tempo. Esplorare lui con la punta della mia lingua, prendendo lui profonda, presa in giro di lui, fino a quando un gemito e affondò le sue mani nei miei capelli. Ho sentito il morso duro delle dita contro il mio cuoio capelluto e poi si è indebolito di distanza da me, appiattito a me per il letto e scese su di me.

“Ho voglia di te di nuovo.” La sua voce era ispessita, i suoi occhi scuri e pericoloso, come ha tenuto il mio sguardo.

“Ho voglia di te, troppo.”

Ha baciato il suo cammino lungo la mia guancia alla mia bocca e ho sentito la ruvida raschiare la sua mascella contro la mia pelle. Il mio stomaco teso con anticipazione. Non ho capito come avrei potuto volere di lui di nuovo così male dopo quello che avevo appena fatto.

Fece scivolare le sue mani ai miei fianchi e riflesso di me. Sentii la sua mano scivolare lungo la mia spina dorsale, soffermarsi sulla curva del sedere e poi scorrere tra le mie cosce, e ho chiuso i miei occhi, perché sapeva esattamente dove toccare a me, esattamente come guidare me selvaggio.

Mi ha tratto in modo che io era sulle mie ginocchia, ancorata i miei fianchi con le sue mani e scivolare in profondità. Ho chiuso i miei occhi. Non potevo vederlo, ma la mia fantasia erotica è salito in overdrive. Ho potuto vedere come ci si deve guardare, lui con quei potenti cosce preme contro la mia così non c’era spazio tra di noi. Me, i miei capelli cadendo in avanti, sopra la mia faccia, il mio fondo sollevato verso di lui, come mi inginocchiai davanti a lui, come qualche sacrificio. Egli si tirarono indietro e poi spinta di nuovo e ho gemette, sentendo ogni centimetro di lui. Ero così eccitato, così sensibilizzati, il piacere vicino alla straziante. Il mio collo era umido di sudore, tutto il mio corpo tremante di ogni deliberata di spinta. Sapevo che non sarebbe durata. Lui lo sapeva, troppo, ma questa volta sembrava che non aveva intenzione di farmi aspettare. O forse era lui che non voleva aspettare, perché ha raggiunto in avanti e scivolare quelli qualificati, esperti dita sopra la mia slick carne. La prima ondulazione del mio orgasmo disegnato un gemito nel profondo della sua gola. Mi sentii serrare intorno a lui e poi la mia perdita di controllo, divenne il suo e lui scoppiò in una forte climax, che mi teneva stretto come ha sepolto lo stesso profondo. E ‘ stato primordiale, primitivo e nulla come nulla avevamo condiviso prima.

Poi io non credo di essere stato in grado di muoversi. Ho sentito strizzato, in frantumi e un po ‘ stordito, ma ha indebolito lontano da me, laminati a me e venuto giù su di me, il suo sguardo fisso su di me con grande intensità.

Mi fissò lui, cercando di guardare raffreddare il tutto, ma mi sentivo come se avessi subito un colpo diretto da un meteorite. Io riuscivo a muovermi, non riuscivo a pensare, così, quando ha raggiunto e tirato un altro preservativo fuori dal cassetto dal suo letto, mi ha dato un gemito di protesta.

“Hunter, non posso. Io sono troppo sensibile. Non si può essere in grado di — Oh…”

Fece scivolare la sua mano sotto di me, e questa volta è entrato in me lentamente, per gradi, prendendo il suo tempo, dimostrando ancora una volta che il suo autocontrollo era così molto più sviluppata di quella del mio, e ho scoperto che non era troppo sensibile. Ho scoperto che il sesso con il Cacciatore era una dipendenza non ero probabilità di recuperare in qualunque momento presto.

Ho avvolto le gambe intorno a lui, fece scivolare le mie mani sul suo torace e le accarezzò le mie mani il disco rigonfiamento dei suoi bicipiti.

L’eccitazione era quasi insopportabile, e sapevo che aveva sentito, anche perché ha mantenuto i suoi occhi nei miei per tutto il tempo, che ha reso l’esperienza più intima. Non c’era modo che nessuno di noi poteva sapere chi siamo stati. Egli fu dentro di me come io di lui. Le nostre bocche fuso, la sua lingua accarezzava il mio e gli da una spinta più profonda. Vagamente, nella parte posteriore della mia mente, ho capito che era in difficoltà. Mi è stato supposto per essere sempre lui al di fuori del mio sistema. Mi è stato supposto per essere staccato e solo interessato al sesso, ma si sentiva come molto di più. Ho cercato di afferrare il pensiero e capire quanta difficoltà in cui ero, ma la sua mano a coppa la mia faccia, così come egli si è sollevato in me di nuovo e di nuovo, regolando l’angolo fino a quando il tutto mi è stato inondato con il bianco intenso calore. Con ogni abile colpo, ha dimostrato quanto bene mi conosceva e ho urlato il suo nome, perdendo ogni speranza di giocare raffreddare o nascondere i miei sentimenti. Era così forte, così maschile in ogni modo e tutto quello che abbiamo fatto è stato su un livello diverso.

Mi sentii serrare intorno a lui, sentito giurare sotto il suo respiro, come il mio corpo afferrato il suo, ed entrambi abbiamo perso il controllo allo stesso momento. Ho tenuto sulle sue spalle larghe, martoriato dalla potente ondata di piacere, sommerso da un lavaggio di sensazione che rischiava di annegare a me. Ha abbassato la sua bocca alla mia e ci siamo baciati a destra attraverso di essa in modo che non c’era una singola parte di noi che non era coinvolto e impegnato.

Totale sesso, ho pensato. Avevo dato tutta me stessa. Tutto.

Non è possibile ottenere abbastanza? Acquistare il libro qui!

Tratto da Bruciato, da Sarah Morgan. © 2015 Harlequin Enterprises Ltd. Disponibile anche in ebook e audio.

Lascia un commento