Come Ho Detto A Mio Padre Ho Fatto Porno

Mio padre, 53 anni, stava tranquillamente nel suo studio. Cerca di coprirsi con ansia il sedile di fronte a lui, ero un ribelle, 23-anno-vecchio, a malincuore bisogno della sua guida.

“Ho guardato il video,” ha detto a me, come ho affondato nella mia sedia. “Stand-up comedy, voglio dire.” Di tutti i possibili video di me in esistenza, mi è stato sollevato aveva visto la meno compromettente opzione.

Ero un improbabile porno star: un eccentrico ragazza della porta accanto, che sarebbe cresciuto in un villaggio di Massachusetts zona sobborghi. Nella sua vita a Los Angeles per l”anno passato, avevo sfidato le aspettative della mia scuola privata, l”istruzione e la classe medio-alta, educazione eseguendo sesso sullo schermo. Da dicembre, dopo alcuni mesi di lavoro, ho avuto 30 crediti per il mio nome, e di un biglietto aereo a casa per visitare la mia famiglia per le vacanze. Con quel viaggio, sapevo che avrei avuto un altro viaggio in archivio.

Quando è venuto a nascondere il mio porno identità, avevo preso la precauzione poco al di fuori di uno pseudonimo. Dettagli della mia vita professionale aveva già cominciato a trapelare prima che io potessi dire la mia famiglia. Mi piacerebbe apertamente confessato di una manciata di fedeli intime di tornare a casa, che sapevo che avrebbe accettato le mie buffonate incondizionatamente. Naturalmente, tra i miei video che erano emerse online e il mio pubblico Twitter dove ho postato il quotidiano foto per i miei fan, qualcuno è stato associato a riconoscere me. Io non sono stato sorpreso: La figa era al di fuori della borsa.

La notizia della mia X-rated carriera non è stata ricevuta con il casual apprezzamento avevo immaginato.

Ho visto il mio tempo di occuparsi del porno come un altro interessante avventura nella storia della mia vita. Amici da tutte le ragazze del liceo che ho visto arrivare. Nonostante la mia posizione tranquilla, innocente contegno, io ero stato un noto esibizionista dal momento che il “Nudo di Lap Dance” incidente di ottavo grado. College non era diverso — ho profonda gola un dildo sul palco durante una produzione teatrale e ospitato vivere nude webcam mostra da mia stanza del dormitorio, il tutto con la luce dal cuore di abbandono.

Purtroppo, la notizia della mia X-rated carriera non è stata ricevuta con il casual apprezzamento avevo immaginato. Invece, coloro che l”avevano scoperto — attraverso la parola di bocca o per il proprio piacere di visualizzazione dubbio che qualcosa di terribile era accaduto a me o che io sono una vittima, costretta in uno squallido, brutto business. Hanno pietà di me.

Mentre mio padre era ancora all”oscuro di che tipo di “modellazione” ero davvero in L. A., mia madre ha scoperto da un vicino di casa della telefonata: “ti rendi conto che tua figlia sta facendo il porno?” un mio amico mamme chiesto di lei.

E anche se lei non aveva idea, era incredibilmente in bilico nella sua risposta: “Perché, sì, Nancy, sì, l”ho fatto. Addio, ora.”

Avevo dato i miei genitori peggiori problemi di cui preoccuparsi negli anni, che possono aver contribuito a mia madre level-headed reazione. Sapevano quanto disperato ero stato nella mia tarda adolescenza: ho lottato con disturbi alimentari e depressione, che ha fatto forgiare relazioni sane con gli uomini una sfida per me. Per anni, in giro, contribuendo nulla al mondo sentito come un risultato, meglio di auto-distruttivo alternative avevo considerato.

Pertanto, quando mia madre ha sentito circa il porno, mentre lei non era estatica, si sentiva ancora grato che ero viva e funzionante. Principalmente era preoccupato per la mia salute e la sicurezza. Quando sono arrivato a casa per le vacanze, mi sono seduto con lei e ha cercato di allentamento i suoi nervi, spiegando il settore STD test rigorosi requisiti e la professionalità e l”amicizia tra i produttori, agenti, e gli artisti. Nessuno pressione su di me per fare tutto quello che era a disagio, e ho sempre saputo esattamente ciò che il lavoro comporta, prima di arrivare sul set.

Era come se avessi scosso io di mia depressione dall”esterno, messa in funzione il mio corpo quando ho perso la mia mente.

Un altro vantaggio, ho spiegato, era endorfine — aerobico di intensità del sesso mi era diventato un fisico da presa per la mia ansia e agitazione. Dopo aver scattato la mia prima scena, mi sentivo euforico, ringiovanito da il brivido di prestazioni. Era come se avessi scosso io di mia depressione dall”esterno, messa in funzione il mio corpo quando ho perso la mia mente.

A passeggio intorno a San Fernando Valley — un gioco erotico terra di ville e piscine a sfioro — mi è stato completamente rimosso da qualsiasi senso di una sentenza o di responsabilità. Nel mio isolamento auto-imposto, ho sentito impermeabile alle regole. Ma ho perso di vista le persone di tornare a casa e come le mie azioni possano apparire. Senza meta e impulsivo come stavo, io non esiste in un vuoto. Non ho mai voluto che le mie scelte si riflettono negativamente sui cari che era più in gioco — i mezzi di sussistenza affidamento sulla reputazione pubblica.

“Devi dire a tuo padre,” mia madre ha insistito dopo la ricezione di Nancy telefonata.

Ho deciso di prendere possesso delle mie azioni raccontando la storia di come ho inserito l”industria dell”intrattenimento per adulti in tono avevo inteso: attraverso la stand-up comedy. La settimana prima di volare di nuovo a Massachusetts, ho dato il mio debutto: a sette minuti all”Hollywood di Improvvisazione. Allora, ho caricato la registrazione di un video di Youtube.

Sapevo che mio padre amava commedia — Sarah Silverman e Howard Stern, soprattutto. Ho sperato che sentire la mia storia in un contesto umoristico sarebbe ammorbidire il colpo del mio allarmante trasformazione — da ben educati, extraurbano ragazza della scuola, in coraggioso, sexpot esibizionista — di fare la notizia in qualche modo più facile per lo stomaco.

Feci una smorfia, come ho immaginato mio padre nuova visione nel mio volgare professione.

Così ho inviato a mio padre il link al video del mio stand-up agire. Ma ora, seduto di fronte a lui, avrei voluto non aveva. Nella mia mente, sono andato oltre quello che avevo detto in quei sette minuti, blow-by-blow, servile, come ho immaginato mio padre nuova visione nel mio volgare professione. Mi piacerebbe graficamente tutto da quattro ragazzo fellatio cerchio per il gigante dildo di plastica, caricato con falsi sperma, che i ragazzi spruzzato tutta un”altra ragazza, il cui ombelico ho provveduto a leccare.

Avevo trovato il coraggio di venire pulito a mio padre — non avevo scelta, ma nel momento in cui tutta la storia sembrava così assurdo, così vergognoso, che la negazione sembrava l”unica soluzione.

“Era una battuta, Papà. Ho fatto tutto,” gli dissi, fingendo di quello che avevo detto nel video non era vero. Forse si potrebbe pensare che fosse un allodola.

“Sai, in realtà è stato molto divertente”, rispose, ignorando il mio ultimo tentativo di ritorno del pedale. “Le esperienze che stai dopo, e il porno è stata sicuramente un”esperienza.”

E ” stato il più discussione imbarazzante possibile: Padre scopre porno star figlia, la quintessenza dei genitori incubo. Eppure le cose non erano così in bianco e nero. Avevo sottovalutato a mio padre per la sua disponibilità ad entrare in sintonia con me, a riconoscere le sfumature delle mie azioni, lo stato mentale da cui le mie scelte erano sorti. Ha ricordato il solco emotivo che mi era stato bloccato per così tanto tempo e visto che stavo in un posto molto migliore ora — più felice e autosufficiente. Visto in questo contesto, mi sarebbe venuto un senso lungo.

“Papà, io sono così, mi dispiace.” Ero incredibilmente grati che non si vuole disconoscere me — e in soggezione della sua capacità di schematizzare la mia persona come separata dal mio ruolo come il suo bambino. Ma lui non era nemmeno arrabbiato?

“Qui è la mia preoccupazione,” ha risposto. “Che cosa stai facendo, non è più redditizi scelta di carriera, si sa, in termini di longevità. Sei intelligente, divertente, io non voglio vendere te breve.”

“Siamo sulla stessa pagina,” lo rassicurai. “Non è il mio piano, la porno cosa, non so il mio piano. Ma non ho rinunciato a tutto il resto.” Fatica ad articolare qualcosa di riscatto, ho sperato che illuminando ambizione a mio padre per amore, ho potuto convincermi che ho posseduto.

“Non convenzionale carriera,” ha detto. “Ma non sei mai stato convenzionali.”

“E” solo qualcosa che ho fatto. Sto cercando tutti i tipi di cose fino a quando qualcosa che si adatta. Sto costruendo qualcosa da zero. Io non so nemmeno di cosa si tratta.” Ero vagante. Ho temuto che sembrava disperata, belligerante, e imbarazzante. “Mi dispiace, Papà, voi mi avete dato tanto. Io voglio che tu sia fiero di me.”

“Io sono sempre orgoglioso di voi”, ha detto.

In credere sono stato niente di più che una delusione e imbarazzo per la mia famiglia, avevo interiorizzato ciò che la cultura perpetuato — l”idea che il porno è stato osceno, socialmente inaccettabile trasgressione. Avevo perso di vista me stessa, il mio valore, la persona che era al di là delle ipotesi, la vergogna e lo stigma legato a scelte particolari che avevo fatto. Ma mio padre non ha potuto vedere di là di tutto questo. Egli ha riconosciuto che ero in procinto di capire me stesso, la ricostruzione, cercando di trovare qualcosa che vale la pena di essere vivo.

Mi ci sono voluti diversi anni per ammettere e districare le radici della mia depressione. Ma parlando con mio padre quel giorno nel suo studio, attraverso la sua tranquilla compassione e l”atteggiamento non giudicante, mi sono sentito amato, come se potessi superare tutto.

Lascia un commento