Camera Da Letto Blog: Specchio, Specchio

Ecco cosa non la capisco. Fra i milioni di persone che vivono in questa città e tutti i luoghi che frequentano, perché devo sempre che la gente non ho nessuna voglia di vedere?

Meg e stavo parlando l’altro giorno, e lei crede che la teoria su come questo inconscio collettivo, e che tutte le persone che abbia mai incontrato e incontrerò mai a inserirsi in questo grande puzzle, e perché tutte le parti di lavorare insieme, è necessario tenere a vederli più e più volte. E poi una volta che si ottiene in tutto sei gradi di Kevin Bacon aspetto di esso, siamo tutti connessi, e di lavoro verso un obiettivo comune, solo che nessuno di noi sa cosa sia. Io non sono sicuro di credere, ma sarebbe sicuramente spiegare molto. Come oggi.

Ho deciso di fare qualche lavoro nuovo di negozi di abbigliamento dopo il lavoro. A quanto pare c’è “guardaroba” coinvolti con il nuovo lavoro, quindi non ho bisogno di on-air vestiti, ma ho sicuramente bisogno di un po a tutto il resto, perchè la mia uniforme di lavoro negli ultimi due anni ha consisteva principalmente di jeans e una T-shirt o canotta, e non credo che il mio gioco abiti sarà sufficiente.

Mi ha colpito un blocco di centro con una fila di negozi, e il primo, visto questo adorabile grigia a vita alta gonna che aveva il mio nome scritto sopra. L’ho provato, e quando emerse a guardare nel full-length specchio, avevo la doppia visione-Kate, la mia ex-fidanzati fidanzata e alter ego, in piedi accanto a me, provando la stessa gonna in marina. Come può anche accadere?

“Ciao Kate,” ho detto. Lei lo guardò dalla vita della gonna, confuso.

Lei non ha idea di chi io sono, ho pensato di stupore. Lei potrebbe essere il mio gemello, e lei non ha alcun ricordo di questo incontro.

“K?” Ho richiesto.

Nulla.

“Mike… uh… ho incontrato al Marni e Luca barbecue?”

Infine, qualcosa di registrato sul suo viso. “Oh, giusto!”, ha detto. “È andato al college con Mike. Ciao!”

E poi ho pensato, ancora più stupito del fatto che Mike non lo avesse detto a Kate che io in realtà sono.

Solo allora, la commessa si avvicinò per controllare i nostri progressi.

“Sono due sorelle?”, ha chiesto.

“No,” ha detto Kate, con uno sguardo perplesso sul suo viso. “Perché?”

Mi soffocò una risata e disse: il mio addio. Nello spogliatoio, ho pensato di impazzire su come Mike sostanzialmente cancellato tutta la nostra storia insieme. Poi mi sono ricordato che ci sono voluti un po ‘ di più per superare la rottura di quello che ha preso me, perché aveva la colpa sulla cima di angoscia. Così ho deciso di fargli avere la sua piccola storia di riscrittura. In effetti, potrei anche non portare la prossima volta che lo vedo… oh, chi sono io scherzando? Ho totalmente. Di Kate d’orecchio, anche se, naturalmente.

Lascia un commento